MARTINO ZANETTI DONA DUE SUE OPERE ALLA CITTÀ DI CREMONA

“My Winter’s Tale”, la personale di Martino Zanetti, chiusa il 28 febbraio alla Pinacoteca di Cremona, ha lasciato il segno. Il presidente di Hausbrandt, infatti, in segno di gratitudine verso il Comune di Cremona, ha voluto donare due suoi quadri tra quelli esposti, che troveranno spazio stabile e adeguato nella stessa Sala Ponzone del Museo Civico. Si tratta delle opere Consolle (120 x 155 cm) e Happy Children (170 x 100 cm), realizzate con tecnica mista su tela di sacco di juta montata su legno.

“I colori e la forza creativa di Martino Zanetti – è il commento del Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti – rimarranno alla nostra Pinacoteca e sapranno raccontare sempre il suo straordinario desiderio di vita. Grazie a Martino per la mostra, per questo suo dono e per la testimonianza di uomo e di imprenditore capace di trasformare le esperienze, anche quelle più fragili, in vitalità sempre nuova. Il desiderio è quello di continuare a lavorare insieme per rendere ancora più bella e attrattiva l’offerta culturale della nostra  città”

Nei due mesi dell’esposizione “My Winter’s Tale” ben 6.500 visitatori della Pinacoteca hanno potuto ammirare ed apprezzare i dipinti di Martino Zanetti, un numero che è di grande soddisfazione sia per l’artista sia per il Comune di Cremona che ha organizzato questa mostra – con il patrocinio di Garda Musei – nell’ambito delle iniziative per il 450° anniversario della nascita di Claudio Monteverdi.

“My Winter’s Tale” è stata ispirata a Zanetti dal Racconto d’inverno di William Shakespeare, di cui l’artista è grande estimatore e fine conoscitore. Durante la Mostra di Cremona Martino Zanetti si è anche divertito a presentare dei capi di abbigliamento e accessori di moda creati appositamente per l’evento e, naturalmente suggeriti dalle sue opere (foulard, pochette, papillon, abiti anni Sessanta…).